via Ernesto Rossi 44 – 00155, Roma, 064070360 info@santigino.it
Get Adobe Flash player
santigino 1
PAPA FRANCESCO
Statistiche visite
  • 60585Totale visite:
  • 0Oggi:
  • 0Questo mese:
  • 22Visitatori per giorno:
Login

Santa Chiara

Isaia IX, 2 cita: «Il popolo che camminava nelle tenebre vide una grande luce; su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse». Sono molti i lumi che l’Onnipotente ci ha donato per illuminare il nostro cammino, uno dei più splendenti è Santa Chiara.

Alla vigilia della sua nascita (1194), la madre Ortolana, recatasi nella cattedrale di San Rufino, udì una voce che le predisse: «Oh donna, sii felice perché partorirai una chiara luce che illuminerà il mondo». Aveva dodici anni quando San Francesco si spogliò dei suoi averi e cominciò a predicare. Sette anni dopo, la Domenica delle Palme del 1212, scappò dalla nobile casa paterna per raggiungere San Francesco alla Porziuncola. Qui si convertì alla Regola Francescana consumando il taglio dei capelli ed indossando il saio.

La reazione della famiglia fu negativa e, poiché l’avevano già precedentemente promessa in sposa, cercarono di riportarla a casa, ma S. Francesco, memore della sua esperienza la nascose in vari monasteri fino a quello della Chiesina di san Damiano. Qui la raggiunse sua sorella Agnese; tale avvenimento aggravò i rapporti con i parenti, infatti, si dice che intervenirono ferocemente ma, nonostante fossero in molti, non riuscirono a portarla via, perché Agnese, per le preghiere della sorella, divenne più pesante del ferro. Dopo tale avvenimento iniziò alla vita religiosa molti amici e parenti, comprese l’altra sorella Beatrice e sua madre. Fondò così un suo ordine chiamato dapprima “Povere Dame recluse di san Damiano”, e dopo la sua morte, “Clarisse”.

Nel 1215, con non poche difficoltà, San Francesco la nominò Badessa e formò la prima regola. La fama di Santa Chiara non passò inosservata al clero, infatti il Cardinale Ugolino le concesse una nuova regola che attenuasse la povertà, ma lei non accettò sconti. Il papa Innocenzo IV nel 1252 firmò la bolla di approvazione della Regola Dell’ordine che porta il suo nome. Nell’agosto dell’anno successivo morì.

Dalla domenica delle Palme alla sua morte, trascorsero 41 anni. Nonostante fu perseguitata dalla malattia per la maggior parte del tempo, fu perseverante nella povertà e nella castità. La sua arma più potente fu la preghiera, con la quale fu fautrice di numerosi miracoli a lei riconosciuti. Uno dei più famosi fu quando le truppe di Federico II, formate anche da saraceni, si accingevano ad attaccare Assisi, Chiara, inferma, fu portata alle mura della città e con in mano la pisside contenente il corpo di Cristo, pregò intensamente. Si dice che alla vista di lei l’esercito fuggì.

Federica

DAL VATICANO
Scout Roma 80

Il Gruppo Scout Roma 80

ha un suo sito web dedicato !!!

accedi da questo link

http://www.roma80.it/  

 

 

 

 

 

LINK
  • DIOCESI DI ROMA
  • BIBBIA CEI
  • MARANATHA’
  • QUMRAN2.NET
  • CATHOPEDIA
  • UFFICIO COMUNICAZIONI SOCIALI DIOCESANO
  • AVVENIRE
  • TV2000
  • ZENIT
  • AGENZIA SIR
  • L’OSSERVATORE ROMANO