via Ernesto Rossi 44 – 00155, Roma, 064070360 info@santigino.it
Get Adobe Flash player
santigino 1
PAPA FRANCESCO
Statistiche visite
  • 60585Totale visite:
  • 0Oggi:
  • 0Questo mese:
  • 22Visitatori per giorno:
Login

Paolo ci parla Oggi

sanpaoloincammino2Io sono arrivato dopo, sono l’ultimo. Solo dalla voce degli altri ho ascoltato il racconto di quei fatti. Loro narravano di come Gesù, che era morto su una croce, fosse tornato a vivere e gli fosse apparso, addirittura avesse mangiato con loro; e poi un giorno era scomparso, nel cielo. Ma Gesù era sempre presente. Narravano ancora di come, mentre erano riuniti, nascosti per paura dei giudei, una forza li pervase e fece superare loro ogni timore; decisero allora che quel fuoco che sentivano dentro dovessero comunicarlo agli altri. Io non ero con loro, anzi ero tra quelli che li perseguitavano. Avevo assistito alla lapidazione di uno certo Stefano e già quel giorno mi chiesi cosa potesse dare loro la forza di affrontare una morte tanto orribile. C’era qualcosa in me che mi turbava, ma non volevo ascoltare la mia coscienza; io dovevo solo fare il mio dovere, e il mio dio era la Legge. Per un giudeo la Legge è tutto.

Poi venne un giorno tremendo e meraviglioso per me. Un grande bagliore fermò la mia corsa, una voce risuonò e mi ritrovai a sentire il profumo della terra. Allora calò l’oscurità sui miei occhi, non potevo più guardare ma cominciai a vedere. E quando mi portarono da quell’uomo che mi ridonò la vista, la mia vita era cambiata per sempre.

Così un giorno si dirà di me e di Pietro che siamo le fondamenta di quella grande comunità chiamata Chiesa. Ma non è così. Solo lui, Gesù, è il fondamento e forse noi, poveri uomini, abbiamo costruito diversamente dal suo progetto. La forza del Vangelo di Gesù dovrebbe spingerci sempre più lontano, sempre avanti nello spazio e sempre aldilà del tempo; e invece quante volte siamo più preoccupati di difendere una norma che di ascoltare ciò che il mondo ci grida. Ci grida la fame dei poveri, l’oppressione degli schiavi, l’esclusione degli emarginati, l’ingiustizia dei diseredati. Ci grida di aprire le braccia e accogliere tutti in un unico popolo, non di condannare, perché lui non ha condannato. Allora, anche per gli uomini di domani, sarà sempre necessario che un grande bagliore fermi una folle corsa e che una voce risuoni ancora per cambiare la vita di chi ha perso il senso della sua esistenza. Quando assaporerà il profumo della terra, quell’uomo comprenderà un giorno che Dio non lo si trova nella legge, ma che vive in ogni luogo dove esiste la misericordia.

Enzo

DAL VATICANO
Scout Roma 80

Il Gruppo Scout Roma 80

ha un suo sito web dedicato !!!

accedi da questo link

http://www.roma80.it/  

 

 

 

 

 

LINK
  • DIOCESI DI ROMA
  • BIBBIA CEI
  • MARANATHA’
  • QUMRAN2.NET
  • CATHOPEDIA
  • UFFICIO COMUNICAZIONI SOCIALI DIOCESANO
  • AVVENIRE
  • TV2000
  • ZENIT
  • AGENZIA SIR
  • L’OSSERVATORE ROMANO